IL MESSAGGIO: DISEGNARE IL FUTURO

La comunità di Masullas pone la cultura al centro, strumento principale di progresso sociale ed economico.

L’arte, soprattutto quella urbana, va vissuta e non semplicemente guardata da lontano; è proprio con questo intento che nasce l’idea di realizzare dei laboratori didattici per bambini e ragazzi. Questo percorso didattico si pone come finalità la conoscenza di un’espressione dell’arte contemporanea, l’apprendimento di diverse tecniche pittoriche e infine una riflessione sulla differenza tra vandalismo e riqualificazione urbana.  Riteniamo che far conoscere l’arte di strada ai bambini e ragazzi sia oggi di fondamentale importanza.

Viviamo in un’epoca di comunicazione a distanza e di mondi virtuali dove siamo sempre connessi ma contemporaneamente sempre più isolati. Dovremmo riscoprire e far scoprire alle nuove generazioni il piacere di stare in strada, di relazionarci con il prossimo, di vivere la città, di osservarla, di ammirare e comprenderne i cambiamenti. La street art può essere lo strumento per riappropriarci degli spazi urbani, di riscoprirli, di riqualificarli e ridargli vita e colore.

Attraverso questi laboratori vogliamo educare le generazioni future al rispetto e alla valorizzazione del territorio, sensibilizzarli nei confronti dell’arte nella varietà dei suoi mezzi espressivi, educare alla parità di genere nel lavoro come in ogni ambito della vita attraverso gli esempi positivi portati da street artist di entrambi i sessi.

Il messaggio sottinteso a questa scelta è dimostrare che ci sono mestieri che possono essere fatti, in allo stesso modo, da uomini e donne.  La scelta si ripercuoterà inevitabilmente sul tessuto sociale, in maniera generale, e sui giovani in modo particolare. Attuare questo tipo di politica significa agire in maniera sotterranea sull’educazione alla parità di genere in primo luogo e, secondo ma non meno importante, sul messaggio per cui non esistono professioni per uomini o per donne, esistono mestieri, passioni e esseri umani che non si devono sentire limitati per via del cromosoma che li ha contraddistinti alla nascita.

Pin It on Pinterest

Share This